Insostenibile Chiesa Cattolica. Dal sito Pontifex.roma.it

Posted on 06/16/2010 di

0


Mara Carfagna: un errore farla ministro. Taccia Stampa E-mail

Mara  Carfagna: un errore farla ministro. TacciaPuntuale come un orologio svizzero, é arrivata la querula richiesta del Ministro Carfagna sulla legge per reprimere l’ omofobia dopo la vile aggressione ad una coppia gay. Ribadiamo per coloro che non vogliono comprendere: nessuno di noi ha nulla contro i gay e deplora ogni discriminazione sui luoghi di lavoro, nel merito e nelle carriere. Lo dice la costituzione, anche se parla di sesso e oggi i sessi sono due. Ma secondo i fatti come ricordati i due  aggrediti camminavano per la via pubblica abbracciati come fidanzatini e risulta evidente che atteggiamenti del genere, sconvenienti per la via e decisamente poco etici, possano urtare il sentimento della decenza. Chi li ha picchiati é un criminale perché non si pesta una persona in quanto essere umano. Ma da qui a fare dei gay pestati  eroi nazionali ne passa e paradossalmente si arriva alla discriminazione del normale.  Se dovessimo dare spazio nei tg e nei giornali a  tutti i pestaggi …

… di etero, come avviene per i gay, non basterebbero ore e pagine. Dunque finiamola con queste retorica e pensiamo davvero al problema reale: la sicurezza pubblica. Se le strade fosse meglio difese e pattugliate, bande di rozzi picchiatori non avrebbero vita facile. In quanto alla legge che contrasta l’ omofobia non ha senso: esiste già il codice penale che sanziona i reati contro la persona e relative aggravanti, si applichi il codice vigente, ma non é pensabile fare una legge che difenda i gay come razza protetta.

Questa sarebbe discriminazioneal rovescio e violazione dell’ art 3 della costuzione. Ora fanno di un gay sfrattato una vittima: intanto sarebbe interessante conoscere anche le ragioni, se le ha, dello sfrattante e se vi sono casi di morosità o di uso strano della casa, poi si levino poveroni. In un momento come questo con al Parlamento disegni di legge impegnativi come la giustizia( e come impedire a lobby di giornalisti, editori e di magistrati comunisti di ribaltare in modo violento il responso delle urne) e la manovra economica, quella sulla omofobia può aspettare.

Si ha la sensazione di una Ministro, Carfagna pronta a venir fuori ogni volta che accade un pestaggio per motivi di visibilità che evidentemente quel ministero incomprensibile non assicura. Insomma chi ha creato quel ministero e soprattutto, perché farla ministro? Certamente é persona degna e capace, ma vorremmo saperlo con pienezza. In mancanza di serie argomentazioni, meglio un buon tacere.

Bruno Volpe

Annunci