W l’agriasilo!!

Posted on 09/01/2010 di

0


Agriasilo, la scuola desiderata da 3 genitori su 4

Per la maggior parte dei genitori italiani, i propri figli dovrebbero trascorrere più tempo possibile all’aria aperta, magari a contatto con la natura e con gli animali. Una possibilità offerta dagli agriasili e dagli agrinidi, le innovative strutture per l’ospitalità di bambini da 0 a 6 anni, realizzate in aziende agricole e fattorie.

Più di tre genitori su quattro (78 per cento) spera di far crescere i propri figli in un ambiente semplice, familiare e naturale dove sia possibile giocare all’aria aperta con piante e animali, e mangiare cibi sani. È quanto emerge da un’indagine Coldiretti/Swg 2010, i cui risultati sono stati diffusi in occasione di “Far crescere il futuro”, organizzato da Donne Impresa della Coldiretti, dove è stata presentata una nuova sperimentazione nei processi formativi e di crescita del talento: l’“agriasilo”, ovvero l’asilo in fattoria, una realtà già presente in alcune regioni dell’Italia settentrionale – Piemonte, Veneto, Trentino e Friuli – e in forte diffusione su tutto il territorio, come dimostrato da centinaia di richieste, inoltrate soprattutto da giovani imprenditrici agricole.

Grazie alle nuove normative è possibile accogliere all’interno di aziende, agriturismi e fattorie, bambini fino a 3 anni (negli “agrinidi”) e dai 3 ai 6 anni (negli “agriasili”), per far trascorre loro le ore scolastiche immersi nella natura, a contatto con gli animali e mangiando prodotti naturali e di stagione. In rispetto alla normativa vigente, che fissa il numero massimo di bambini in relazione alla metratura dei locali, si tratta in genere di piccole classi, che permettono un’attenzione più mirata ai singoli bambini durante le varie attività quotidiane, che comprendono anche tutte quelle tipiche di un asilo tradizionale.

Queste innovative strutture per l’ospitalità infantile si stanno diffondendo nelle campagne, o in zone limitrofe alle città con progetti che coinvolgono anche le grandi metropoli, per supplire alla carenza delle strutture esistenti in città, nonché al basso livello di soddisfazione che il 51 per cento delle famiglie italiane esprime nei confronti dell’offerta di nidi o scuole materne comunali.

Secondo l’indagine, i genitori prediligono gli agriasili principalmente per quattro motivazioni: la possibilità di stare all’aria aperta (scelta dall’80% degli intervistati), il contatto diretto con la natura (76%) e con gli animali, (51%), e la possibilità di mangiare cibi stagionali, locali e di stagione (67%).

La Coldiretti ha sottolineato come la possibilità “vera” di conoscere i sapori e i profumi dei prodotti rurali abitua i giovani ad un consumo più sano del cibo

Il metodo educativo prevede l’avvicinamento graduale all’ambiente agricolo, attraverso attività ludiche che mirano a sviluppare le capacità creative-manuali e a far emergere le abilità. I bambini, partecipando a laboratori didattici che si differenziano in base alle peculiarità dell’azienda agricola, imparano a fare il pane, a conoscere i ritmi stagionali della natura, a coltivare un orto e a prendersi cura degli animali della fattoria. Il mondo degli animali, inoltre, può rappresentare una vera è propria terapia per bambini con problemi di disabilità o per migliorare l’interazione sociale di bimbi molto introversi.

In relazione ai dati allarmanti divulgati dal Ministero della Salute secondo i quali più di un milione di bambini italiani tra i 6 e gli 11 anni, pari a 1 su 3, ha problemi di obesità, la Coldiretti ha sottolineato come la possibilità “vera” di conoscere i sapori e i profumi dei prodotti rurali abitua i giovani ad un consumo più sano, contribuendo ad allontanarli dal “cibo spazzatura”, come le merendine preconfezionate, o le zuccherose bibite gassate.

Ma accanto all’opportunità di un’alimentazione sana e a Km zero, i bambini hanno la possibilità di svolgere innumerevoli attività sportive in una sorta di “palestra verde” all’aria aperta.

L’articolo a cura di Lucia Cuffaro segue nella pagina di Terranauta

Inoltre se pensate di aprire un agriasilo nella vostra città

vi segnaliamo la pagina di Agrya contenente informazioni utli e qualche altro link…

Annunci