Una pistola ci salverà. Parola dei signori della guerra

Posted on 10/05/2010 di

0


Image

Cos’è che fa girare l’economia? Le eccellenze dei made in Italy? Piccole auto vendute nello sterminato mercato americano? Abiti firmati che conquistano il globo terracqueo?
Macché. Se la nostra economia funziona è solo grazie a mitragliatrici, armi semiautomatiche e cacciabombardieri. L’originale tesi è sostenuta, in maniera non del tutto disinteressata, dalla Federazione Aziende Italiena per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza, nota anche come AIAD (o, se preferite, industria delle armi).

Nell’ultima relazione troviamo scritto, testualmente, che le esportazioni delle cosiddette “tecnologie di difesa” sono importanti perché “contribuiscono a diminuire i costi per il contribuente nazionale”. In quel documento, in pratica, c’è scritto che più pistole vendiamo, meno tasse ci faranno pagare. Ma quale sarebbe la legge economica che regola questo acrobatico ragionamento?

Andate su EcoRadio per ascoltare l’intervista di Gianluca Martelliano  a Giorgio Beretta, caporedattore di Unimondo ed esperto di export militare.

Fonte: EcoRadio

Annunci